Tautologie della stabilizzazione

Su di un totale di 660 miliardi di euro che i singoli stati dovrebbero contribuire al fondo di stabilizzazione, Italia e Spagna dovrebbero contribuire rispettivamente per 81 miliardi e 53 miliardi di euro. Il problema è che Madrid e, in misura minore, Roma sono proprio i più probabili beneficiari di un tale fondo.

Annunci

LA BCE fa shopping per sostenere i corsi dei titoli di stato

La Banca Centrale Europea ha iniziato ad acquistare titoli dei paesi della periferia dell’area euro per sostenerne i prezzi. Per evitare che la manovra produca liquidità , l’istituto di emissione ha annunciato che non finanzierà gli acquisti stampando moneta, ma vendendo sul mercato titoli di stato tedeschi e francesi.

Mercati del credito 7 Maggio 2010: passo falso della BCE, il contagio greco diventa globale

Le ultime speranze di una facile soluzione della crisi del debito sono tramontate dopo che la BCE ha annunciato di non aver preso in considerazione l’acquisto in massa di titoli di stato. I mercati americani ed asiatici hanno proseguito il crollo dopo il bagno di sangue in Europa. I mercati europei aprono di nuovo in pesante ribasso.

Continua a leggere “Mercati del credito 7 Maggio 2010: passo falso della BCE, il contagio greco diventa globale”

Mercati del credito 6 Maggio: voci di declassamento d’Italia, speranze tradite dalla BCE

Un’altra giornata di panico sui mercati, dove la crisi greca sta portando investitori e banche a  ridurre rischio su tutte le attività rischiose in previsione di nuovi tempi duri per le valutazioni. Un rumour su un possibile declassamento italiano è stato smentito da Standard& Poor’s , che ha ricordato come l’Italia non sia sotto revisione del rating.

Continua a leggere “Mercati del credito 6 Maggio: voci di declassamento d’Italia, speranze tradite dalla BCE”

La Spagna al salvataggio delle Cajas, banche di Stato al centro della bolla immobiliare.

Il governo spagnolo e la banca di Spagna hanno iniziato oggi il primo salvataggio di una banca spagnola dall’inizio della crisi: si tratta di Caja Castilla la Mancha,  alla quale il governo e la Banca di Spagna presteranno sino a 9 miliardi di euro.

Continua a leggere “La Spagna al salvataggio delle Cajas, banche di Stato al centro della bolla immobiliare.”

R.I.P. Nortel: da 400 miliardi a zero in 8 anni

La società canadese Nortel ha richiesto l’amministrazione controllata per buona parte delle proprie controllate americane il giorno prima del pagamento di una cedola da 107 milioni di dollari.
La società, che produce componenti di infrastrutture per telecomunicazioni, era una delle beniamine globali ai tempi delle dot com: nella metà 2000 la capitalizzazione di borsa era arrivata a 360 miliardi di dollari canadesi, equivalente al 35 per cento del listino di Toronto. Ieri era di 190 milioni.

Continua a leggere “R.I.P. Nortel: da 400 miliardi a zero in 8 anni”

Fallimenti vichinghi

L’Islanda sarà il prossimo salvataggio? Il caso islandese offre una rara coccasione per una dimostrazione drammaticamente efficace dei problemi derivanti da un salvataggio bancario. La corona islandese ha perso il 14% in due giorni e il CDS, ossia l’assicurazione contro il fallimento della nazione, adesso richiede un pagamento anticipato del 15% del valore assicurato ed il 5% di commissione all’anno.

Cosa è successo? Un incrocio fra espansionismo vichingo, follia statolatrica ed abile sfruttamento della bolla creditizia scatenata dagli eccessi di liquidità di altre nazioni. Continua a leggere “Fallimenti vichinghi”